Telefono: 0245388235

Riflessologia Plantare

DescrizioneFinalitàLe originiDisclaimer
La Riflessologia Plantare è una tecnica di massaggio applicata principalmente sul piede del ricevente. Si basa sulla teoria che sui piedi si trovino riflessi tutti gli organi, le ghiandole e tutte le altre parti del corpo. Ad esempio possiamo pensare che stimolando una zona si possa influenzare un organo corrispondente.
La Riflessologia Plantare si divide principalmente in orientale ed in occidentale. Nonostante i principi delle zone riflesse siano li stessi, nascono e si sviluppano con presupposti differenti: la Riflessologia Cinese si basa sui principi della medicina tradizionale cinese, mentre la Riflessologia Occidentale sui principi scientifici sulla cui si basa anche la medicina convenzionale occidentale.
Il principio su cui si basa la Riflessologia Plantare è quello che la vita dell'individuo influisca sul suo stato di benessere e salute. La finalità della Riflessologia Plantare è quella di ristabilire l'equilibrio dell'intero organismo e promuovere l'autoguarigione attraverso la stimolazione principalmente della circolazione sanguigna, del sistema nervoso e quello immunitario.
Le origini della riflessologia plantare appartengono alla Cina ed all'India e sono molto antiche, addirittura risalenti al 5.000 a.C.
La leggenda cinese narra che nel 2800 a. C. circa, il nascituro Yiu, futuro imperatore, nacque mentre sua madre stava camminando a piedi nudi sulle orme di un gigante. Da allora il piede umano viene messo, dalla tradizione taoista, in stretta relazione con tutto il corpo.
Anche gli antichi Egizi sembra utilizzassero una forma di riflessologia plantare, come appare in un affresco di una tomba di circa 4.300 anni fa, ritrovata a Saqqara, a sud del Cairo.
La Riflessologia Plantare occidentale nasce invece nel XX secolo ad opera di William Fitzgerald, otorinolaringoiatra statunitense. Il suo metodo chiamato “terapia zonale” consisteva nell'esercitare una pressione su certi punti sia manualmente, sia con strumenti particolari. Secondo la sua teoria il corpo si divide in dieci zone, dagli alluci fino alla testa, lungo le quali fluisce l'energia vitale.
La Riflessologia Plantare non è da considerarsi una tecnica di diagnosi, di terapia o di cura delle patologie. E' invece una una tecnica di rilassamento e un utile complemento alle cure mediche o psicologiche effettuate da personale qualificato. In presenza di sintomi persistenti, anche apparentemente di lieve entità, suggeriamo di rivolgersi al proprio medico. Quando utilizzato in contemporanea ad una cura medica, la Riflessologia Plantare può assistere il processo di guarigione rilasciando le tensioni, riducendo lo stress e stimolando il senso di benessere.

Guarda i video di Riflessologia Plantare